DIPLOMÁTICO RUM

Avete l'età legale per bere nel vostro paese di residenza?

NO
Ricordati di me su questo dispositivo
Per accedere a questo sito, è necessario essere maggiorenni nel proprio paese di residenza. Cliccando sì, si accetta l'Avviso Legale e l'Informativa sulla Privacy di questo sito.

Craftmanship

La degustazione e l’abbinamento dei sigari con il Rum Premium

Febbraio 2021

I piccoli piaceri della vita sono ancora più godibili quando vengono abbinati, e lo stesso vale per i rum premium e i sigari di alta qualità. Unisciti a noi nella scoperta di questo doppio piacere.

 

Un rum premium, accoppiato a un sigaro di eccellente fattura, può portarti in uno stato di delizia pura. Tutto ciò che devi sapere per intraprendere questo viaggio è che il segreto è proprio l’abbinamento tra gusti e profumi, secondo il criterio di come e perché alcuni profili lavorino bene insieme.

Quando si parla di abbinamento tra rum e sigari, bisogna come prima cosa indagare le somiglianze tra i due. Entrambi provengono da materie prime coltivate con cura, soggette a un periodo di stagionatura e invecchiamento. Come la produzione di rum, anche quella di sigari si fonda sull’artigianalità, secondo una tradizione vecchia di generazioni. Vuoi saperne di più?

 

 

Abbinare i sigari e il rum: come trovare la combinazione perfetta

 

Proprio come due amanti ritrovati, il rum e i sigari condividono una storia comune. Sono infatti i due principali prodotti “di piacere” esportati dal Centro e Sud America.

Il segreto della combinazione perfetta tra rum e sigari? È la conoscenza dei processi di lavorazione e dei sapori. Il ruolo di un master blender di sigari non è così diverso da quello del rum, ed entrambi praticano una loro forma d’arte. Ecco perché:

 

  • Il processo di manifattura dei sigari

I sigari di alta gamma sono prodotti da artigiani altamente specializzati, chiamati “torcedores”. Possiamo immaginarli come i master blender dell’industria dei sigari.

I torcedores lavorano a mano, con una tecnica che viene raffinata dal 1492, quando Cristoforo Colombo scoprì il tabacco per introdurlo poi nel vecchio mondo. Meno di due secoli dopo, il nostro amato rum fece la prima apparizione nei libri di storia della regione delle Barbados.

Il lavoro di un arrotolatore di sigari è solo la parte finale di un lungo processo che inizia con la coltivazione del tabacco, che viene successivamente raccolto, selezionato e mescolato. La selezione e la miscelazione del tabacco sono probabilmente le fasi più importanti dell’intero processo di produzione. I gruppi di foglie vengono infatti pressati, avvolti e arrotolati a mano dai “torcedor”, come se fossero un’opera d’arte.

I sigari vengono accuratamente pesati: quelli più leggeri bruceranno a una temperatura troppo alta, mentre quelli più pesanti ostacoleranno il flusso interno del fumo; è un bilanciamento naturale che, come in una sinfonia, richiede di essere mantenuto tale. Proprio come le note olfattive e gustative in una bottiglia di rum.

Dopo essere stato arrotolato, ogni sigaro viene ispezionato attentamente per valutarne la qualità ed eventuali imperfezioni. Quelli che non rispetteranno gli standard del marchio verranno venduti come sigari di seconda scelta.

diplomatico-rum-pairing-cigars

  • I profili gustativi più comuni nei sigari

Tipicamente il fumo del sigaro non viene inalato, quindi i sigari vengono fumati per il gusto che lasciano in bocca. Questo può sembrare scontato, ma non lo è per tutti!

I sigari di fascia alta hanno la caratteristica di stimolare il palato in svariati modi, e riuscire a cogliere ogni sentore è un fattore di orgoglio per i cosiddetti “aficionados”.

I club di sigari, in cui i membri si deliziano con l’abbinamento tra sigari sofisticati e rum eccellenti, non sono così rari come potremmo pensare. Gli “aficionados” di tutto il mondo entrano nei loro santuari, i cigar bar lounge, per godere dell’abbinamento tra rum e sigari celebrando l’artigianalità che li accomuna. Questi incontri sono momenti magici che possono essere ricreati anche nel comfort di casa.

Di seguito troverete alcuni dei sentori che si possono trovare più comunemente quando si gusta un blend premium:

 

Note dolci: varietà di cacao e melasse

Alcuni sigari vengono avvolti in fogli di carta che rilasciano un tocco finale naturalmente dolce. Queste note possono provenire da cacao o melasse, mentre altre riconducono allo sciroppo d’acero o al caramello.

 

Note speziate: il pepe e il peperoncino

Il tabacco di alcuni sigari cresce in prossimità delle piante di pepe nero, peperoncino rosso o di cayenna, e ne assimila alcune caratteristiche. A volte, ma meno frequentemente, è possibile trovare piante di jalapeño, poblano e peperone dolce rosso e bianco.

 

Note di frutta secca

La frutta secca è un elemento comune tra le descrizioni dei sigari. I frutti più diffusi sono le noci, le mandorle e gli anacardi. Le nocciole e i pistacchi sono meno frequenti, e in generale i sentori di frutta secca si trovano più facilmente nei blend più leggeri.

 

Note di caffè

Dal punto di vista del sapore, il caffè è noto per essere un ottimo abbinamento con i sigari grazie alla miriade di somiglianze tra le piante da cui entrambi hanno origine, dal tipo di suolo al periodo di raccolta. I sentori di caffè nei sigari possono andare dal caffè scuro a quello più chiaro e cremoso. Le note più asciutte e amare possono essere assimilate a quelle di un espresso.

 

Note naturali e terrose

Il sapore primario di un sigaro è quello di terra e cuoio. Per molti, questi sapori possono sembrare astratti, ma non lo sono per i palati più esperti, che sono in grado di coglierne aromi molto distinti, Il modo migliore per sperimentare questi sentori è di prestare attenzione tanto alle note olfattive quanto a quelle gustative.

 

  • Perché il sapore dei sigari si abbina così bene al rum?

L’abbinamento tra rum e sigaro rende al meglio quando viene fatto per similitudine, mai per contrasto. L’armonia tra invecchiamento, intensità e profili sensoriali dà il risultato migliore, con la possibilità che alcuni tratti più marcati di uno si sposino bene con quelli dell’altro. Non vogliamo confonderti, vediamo di spiegarci meglio.

Sia il sigaro che il rum migliorano con l’invecchiamento. I rum più giovani, come Diplomático Mantuano, si abbinano meglio con sigari più delicati, specialmente con quelli che hanno note di frutta secca o sfumature dolci. I rum più scuri, più invecchiati, si sposano bene con sigari della stessa caratura. Pensiamo ad esempio un rum che presenti note di caffè scuro e sentori speziati, come il Diplomático Single Vintage.

 

  • Come abbinare i sapori tra sigari e rum?

Puoi goderti l’abbinamento come lo farebbe un esperto seguendo questi cinque consigli:

  1. Prediligi sempre le similitudini, mai i contrasti.
  2. L’aroma è importante tanto quanto il gusto, non dimenticarlo.
  3. Prenditi il giusto tempo per apprezzare l’artigianalità di ciò che stai gustando. Né il rum, né i sigari si producono dal giorno alla notte.
  4. Ricorda sempre che il processo di manifattura influenza il risultato finale, per entrambi i prodotti.
  5. Puoi affinare la tua tecnica divertendoti!

 

Share this article

Related posts